Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Generica  D'Amore  Epica  Nuovi percorsi espressivi  Acrostici 

  Poesie  »  D'Amore  »  Solo le labbra 22/12/2006
 

                Solo le labbra

 

Di una spiaggia deserta serbo il ricordo,

di dune grigiastre battute dal vento,

di un mare irrequieto che strappava la sabbia.

 

In un giorno d'autunno, d'un cielo corrucciato,

un incontro c'è stato e il ricordo sbiadito

ogni tanto riemerge dalle onde del tempo.

 

Due sconosciuti, soli nel mondo,

a calpestar la rena bagnata, senza una meta

e senza uno scopo in un arenile in disarmo.

 

Bastò una parola, quasi dispersa dal vento,

e in un attimo il cielo s'aprì nell'azzurro,

il mare riprese il suo sonno sornione.

 

Fu solo un istante, un bacio improvviso,

una fuga dal niente in un sogno dorato,

una vita vissuta in un solo momento.

 

Mai più la rividi, mai più la cercai,

nemmeno volli sapere chi era colei

dalle umide labbra intrise di sale.

 

 
©2006 ArteInsieme, « 09929303 »