Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Generica  D'Amore  Epica  Nuovi percorsi espressivi  Acrostici  Un paese tra i monti 

  Poesie  »  D'Amore  »  In una notte d'estate 07/02/2006
 

Nella quiete silente di una notte d'estate

 

s'alz˛ una brezza leggera;

 

nulla di pi¨ di un sommesso fruscio

 

che appena mosse le foglie dell'albicocco.

 

Lesta tutto m'avvolse

 

e alle orecchie arriv˛ il lontano mormorio

 

di un ruscello alpestre,

 

gorgoglio d'acqua pura e limpida

 

che poco a poco intesi come parole

 

di un canto lontano, levato alle stelle.

 

Di una donna parlava che sola come me

 

scandiva il tempo lento dell'esistenza

 

e invocava l'affetto che tanto le mancava.

 

Malinconica canzone che mi scese fino al cuore,

 

mi riempý di calore, di nuova speranza.

 

In questo mondo c'era qualcuna che mi aspettava

 

e allora corsi nei prati, valicai montagne,

 

boschi intricati, fino al mare lucente;

 

illuminata dalla luna emergesti dalle acque

 

e mi tendesti la mano.

 

La brezza d'incanto cess˛,

 

il ruscello divenne un torrente impetuoso,

 

un inno alla gioia.

 

E su tutto s'innalz˛ forte

 

il battito di due cuori non pi¨ soli.

 

á

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010341770 »