Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
  Generica  D'Amore  Epica  Nuovi percorsi espressivi  Acrostici 

  Poesie  »  Nuovi percorsi espressivi  »  Silenzio, si gira 01/12/2006
 

Silenzio, si gira

 

 

Uno strillo, un acuto, un vagito

e il ciak è l’inizio di un nuovo,

e mai uguale, film sulla vita.

Scorrono le immagini,

si susseguono le scene,

il ritmo galoppa come un cavallo

a briglia sciolta in cerca della libertà.

L’attore e gli altri, spesso semplici

comparse, recitano se stessi

in un copione che si scrive

e si legge giorno per giorno.

Incanti d’amore, delusioni profonde,

si srotola tutta una vita impressa

sulla pellicola del tempo.

Giorni troppo corti, scene troppo rapide,

in un crescendo senza intoppi,

fra gioie e dolori, vittorie e sconfitte.

 

Poi, all’improvviso, tutto sembra

procedere a rallentatore,

come se la pellicola faticasse a scorrere.

Risalta la monotonia, a sprazzi interrotta

da ricordi sempre più evanescenti,

flash back che illuminano per un attimo

l’opacità di stanche scene che si trascinano

obbedendo a una trama già nota.

E l’attore annoiato attende

che compaia l’ultimo fotogramma,

quel “The end” che porrà fine

alla sua ormai insopportabile fatica.                       

                    

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 09324267 »