Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Generica  D'Amore  Epica  Nuovi percorsi espressivi  Acrostici  Un paese tra i monti 

  Poesie  »  Generica  »  Erano del color del grano 19/11/2015
 

Erano del color del grano

di Renzo Montagnoli

 

 

Se ci ripenso ancora non capisco

come una vita possa essere sprecata.

Era la Elda di certo la più bella

con quei capelli sciolti color del grano.

Tanti in paese le ronzavano intorno

come le api che svolazzano sul miele

e il miele era quel corpo flessuoso

quell'incedere lento e silenzioso

quasi una ballerina che danzava sulle punte

e gli occhi celestini brillavano di luce

ricamavano sottintesi intorno al bel nasino

che appena s'affacciava su due labbra voluttuose.

Era di certo la più bella e lo sapeva

ma ai tanti che avanti si facevano

scuoteva il capo e si negava.

Passata l'età più bella

nell portamento ancora altero

si notava però qualcosa che cambiava

e come una rosa colta alla mattina

che il giorno dopo già sfiorisce

nel tempo che implacabile correva

l'Elda s'appassiva sempre più

e già nessuno la cercava,

guardata solo dalle vecchie del villaggio

che a mezza voce dicevano

che chi troppo vuole nulla stringe.

Oggi in tre gatti l'abbiamo accompagnata

all'ultima dimora e lungo il viale

fiancheggiato dai cipressi

mi son chiesto se in quella vita di rifiuti

almeno l'ombra di una carezza fosse

scivolata sul suo viso

se almeno maschie dita

si fossero intrufolate fra quei capelli

un tempo del color del grano

e in ultimo del grigio  della cenere

che era rimasta da una vita bruciata.

 

Da Il mio paese

 

 
©2006 ArteInsieme, « 011954747 »