Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Generica  D'Amore  Epica  Nuovi percorsi espressivi  Acrostici  Un paese tra i monti 

  Poesie  »  Generica  »  Vento d'estate 03/09/2017
 

Vento d’estate

di Renzo Montagnoli



Contrada assolata

bianco abbacinante

è questa un’estate

di caldo e di afa opprimente

è l’alta pressione dicon gli esperti

e aggiungono che l’aria rovente

arriva dall’Africa

dalle immense distese di sabbia

del gran deserto.

Di colpo, comunque,

s’alza il vento

che aggiunge calore

che toglie ogni forza

e allora all’ombra distesi

si sta a meditare

e nel silenzio assoluto

par di udire voci lontane

nenie ripetute di berbere

che tessono tappeti

in tende scottate dal sole.

È anche questo forse un miraggio

come le urla disperate

che di colpo s’appressano

suoni d’istanti

di gente che sta per affogare

nel barcone che affonda

poi lente si spengono in gemiti fiochi


E restano solo

il vento

odor di salmastro

e polvere stanca.


Da La pietà

 
©2006 ArteInsieme, « 010026759 »