Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Generica  D'Amore  Epica  Nuovi percorsi espressivi  Acrostici  Un paese tra i monti 

  Poesie  »  Generica  »  Finalmente la pioggia 30/08/2022
 
Finalmente la pioggia

di Renzo Montagnoli



Aria ferma, caldo soffocante,

è la torrida estate dai fiumi in secca,

dei laghi in sofferenza,

delle notti di veglia in attesa dell’alba.


Ma ecco d’un tratto risuona lontano

un cupo rumore, un rombo che stona.

Sarà, o male ho udito intontito dal caldo?

E invece eccone un altro, ancora

distante, ma che s’avvicina.


La gente guarda il cielo a occidente

che di colpo si è oscurato, mentre s’alza

un vento sempre più impetuoso,

sì, è il temporale, tanto sognato,

il refrigerio in cui tutti speriamo.


Un lampo, due lampi, ormai è tutto

un rimbombo, sembra una battaglia

fra nuvole opposte, cirri spumeggianti,

nembi gravidi d’acqua che d’improvviso

prende a scrosciare sempre più fitta.


Rigagnoli che scorrono, che presto

diventano torrenti, le strade s’allagano,

ormai è proprio un diluvio, un muro d’acqua

con la temperatura che scende, con la calura

che per la prima volta si arrende.


Poi a occidente tutto schiarisce e presto

il cielo sgocciola lento, le nubi s’aprono

su un ponte iridescente, sospeso nel cielo.

Nell’erba ritornata verde risuona il canto

dei ranocchi, perle lucenti stanno in

equilibrio sugli steli, il sole di nuovo trionfa.


Da Sensazioni ed emozioni








 
©2006 ArteInsieme, « 012411595 »