Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Recensioni  »  Dall'ultimo leggio di Cinzia Pierangelini 05/02/2006
 

Dall'ultimo leggio di Cinzia Pierangelini – Editore  traccediverse

 

Undici racconti brevi, undici personaggi diversi accomunati dalla difficoltà di vivere.

Cinzia Pierangelini, in questa sua opera prima, ha saputo tratteggiare con rara maestria

ed efficacia delle vicende forse del tutto normali, ma accompagnandole con un tocco di grazia che le fa assurgere a emblemi dell'esistenza.

I protagonisti, normalissimi individui che ci è dato di incontrare ogni giorno, assumono così la veste di personaggi, emergendo dalla loro anonimità, in un trionfo dell'essere “qualunque” , vero tessuto connettivo di una società.

Lo stile è sobrio, non ridondante, con descrizioni ben congegnate dell'ambiente e dell'atmosfera, senza tuttavia togliere nulla alle possibilità  del lettore di fantasticare, immedesimandosi con naturalezza nei protagonisti.

All'autrice va poi riconosciuto il particolare pregio di trattare le sue “creature” con tono pacato, senza mai enfatizzarle, senza accentuare l'aspetto doloroso di talune che ben avrebbero potuto invogliare a citazioni retoriche.

Si snoda così una galleria di personaggi imprigionati dalla loro condizione, di cui a volte riescono a liberarsi e altre invece no, in completa naturalezza, perché la vita è così.

Ecco allora la vicenda della prostituta Salomè, redenta dal caso, oppure quella della vecchia che non si rassegna ad avere un futuro diverso dalla morte.

E ogni volta vengono ricreate atmosfere diverse, come in “Settecani”, quasi una favola, dove la maturazione di un bambino alle prese con un diverso è raccontata con delicatezza, quasi con pudore.

Non è che gli altri otto racconti siano da meno, anzi presentano suggestioni variegate di questa difficoltà di vivere, situazioni in cui ognuno di noi potrà in parte ritrovarsi.

E' una lettura a cui è veramente piacevole abbandonarsi, facilitata anche dalla brevità dei singoli brani; si giunge così in poco tempo all'ultima pagina, con il solo rammarico di aver terminato.

 

 

L'autore

Cinzia Pierangelini è nata nel 1963 a Messina, dove vive e svolge l'attività di docente e violinista. Ha iniziato a scrivere solo nel 2004, realizzando così un progetto che si portava dall'adolescenza.

Molti suoi lavori sono editi in antologie e in e-book. Dall'ultimo leggio è la sua prima raccolta di racconti.

 

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010016251 »