Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
 

  Recensioni  »  La regina d'inverno di B. Akunin 05/02/2006
 

La regina d'inverno   di B. Akunin   Edizioni Sperling & Kupfer

 

Ci troviamo nella Mosca zarista del 1876; in un parco affollato un giovane si spara davanti agli occhi di una ragazza che poco prima gli aveva rifiutato un bacio. E' solo l'inizio di una inquietante catena di suicidi all'apparenza inspiegabili.

E' così che prende l'avvio questo bellissimo romanzo giallo di B. Akunin, uno scrittore russo assai conosciuto e stimato nella sua patria, ma anche molto apprezzato all'estero.

Il testo si snoda con coerenza, logica e colpi di scena fino alla conclusione finale, attraverso l'indagine di un investigatore , Erast Fandorin, del tutto particolare, perché alle prime armi e quindi privo di esperienza, alla cui mancanza supplisce con un acume non comune.

Il pregio dell'opera, però, è un altro: Akunin riesce a realizzare un vero e proprio miracolo, vale a dire rende possibile e di notevole impatto la coesistenza fra un genere minore come il giallo e la grande letteratura russa dell'Ottocento. Il risultato è una stupefacente qualità narrativa unita al fascino di una trama talmente avvincente che costringe il lettore a non concedersi un attimo di sosta sino a quando non sarà arrivato alla fine. Aggiungo che la ricostruzione storica è coinvolgente al punto di provocare nostalgia per un'epoca in cui non abbiamo certamente vissuto.

Tutto procede con una linearità sorprendente, senza forzature, senza brusche accelerazioni, in un'atmosfera di raro ed efficace fascino.  

 

 

L'autore

 

B. Akunin, il cui vero nome è Grigori Tchkhartichvili, nasce in Georgia nel 1956. Laureato in filologia e storia orientale, si è specializzato in lingua e letteratura giapponese. Dal 1958 vive a Mosca.

Saggista, traduttore, narratore,  ha pubblicato numerosi romanzi gialli, alcuni animati dal citato investigatore Fandorin, altri dalla suora-detective Pelagija.

 

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 09103104 »