Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Recensioni  »  SPIEGAZIONI CON MARE e altri elementi, di Gabriel Impaglione - Editrice UNI Service 23/03/2007
 

SPIEGAZIONI CON MARE

e altri elementi

di Gabriel Impaglione

Editrice UNI Service

Poesia – Silloge

Pagg. 113

ISBN: 978-88-6178-014-9

Prezzo: € 11,00

 

Nei versi di questa silloge si riflettono le condizioni dell'autore di essere parte di due patrie: quella originaria, derivante dalla sua nascita, dalle sue esperienze giovanili e in cui è maturata la visione politico-poetica del mondo, e quella acquisita con il suo matrimonio con Giovanna Mulas.

Il mare divide questi due regni di vita, ma anche li unisce, perché i punti contatto, i sentimenti, le emozioni si fondono in una universalità dell'esistenza che ci fa ben dire che non esistono confini, ma distanze, che non vi sono nazionalità, ma uomini che esprimono un comune sentire in lingue diverse.

Del resto di questo impegno non solo poetico, ma anche politico Gabriel Impaglione ci ha già detto molto con Carte di Sardinia, ma là in una dimensione più astratta, con una veemenza che qui si sfuma nella quotidianità dei comportamenti, nell'appagamento di una serena vita familiare, come un Ulisse che, dopo tanto peregrinare, è approdato finalmente alla sua Itaca, ma che anela a che tutti abbiano la possibilità

di ricongiungersi alle loro piccole isole-famiglie .

Ecco appunto la mirabile fusione fra il discorso politico e quello poetico, la forza stemperata dall'affetto, ma proprio per questo più incisiva.

 

Domande

 

Come si dice Pace perché si capisca?

Posso scrivere Fraternità in tutti gli idiomi?

Se non ti nomino posso dire Amore con tutte le lettere?

Perché chiamano globalizzazione l'imperialismo?

Perché all'imperialismo dicono democrazia?

Si può dire Libertà nei saloni dell'ONU?

Fu una goccia di sogno il principio di tutti i mari?

Come spiegarmi quando mi guardi?

 

Un poeta non ha se non tante domande.

…….

 

Ecco, mi sono permesso di riportare i primi versi di questa poesia, peraltro molto lunga, unicamente come esempio di quanto ho scritto sopra.

Aggiungo, inoltre, che la componente armonica, l'equilibrio fonetico è sempre presente e costituisce, nella lingua originale, una caratteristica consolidata dell'autore, e infatti, opportunamente, i testi sono riportati anche in versione spagnola.

L'autore

Gabriel Impaglione (BsAs.1958) poeta e giornalista argentino.

Alcune sue pubblicazioni: "Echarle pájaros al Mundo" (Ediciones Panorama, BsAs, 1994), "Breviario de Cartografía Mágica" (El Taller del Poeta, Galicia, 2002), "Poemas Quietos" (Antol. Editorial Mizares, Barcelona, 2002), "Bagdad y otros poemas" (El Taller del Poeta, Galicia, 2003), "Letrarios de Utópolis" (Linajes Editores, México, 2004), "Cuentapájaros" (Taller del Poeta, Galicia), “alala” (Taller del poeta, España, 2005), “Carte di Sardinia” (UNI Service, 2006).

Dirige la rivista letteraria Isla Negra, coordina edizioni in italiano e sardo di Isola Nera e Isola Niedda. Collabora con varie riviste d'oltreoceano.

 

 

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010834350 »