Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Recensioni  »  Storia dell'Italia partigiana, di Giorgio Bocca – Edizioni Mondadori. 21/02/2008
 

Storia dell'Italia partigiana

Settembre 1943 – Maggio 1945

di Giorgio Bocca

Mondadori Editore

Storia

Pagg. 600

ISBN: 9788804430568

Prezzo: € 11,40

 

Ne La repubblica di Mussolini Giorgio Bocca ha esaminato con grande spirito critico la realtà del rinnovato partito fascista dopo l'8 settembre, non tralasciando connessioni, accadimenti ed eventi della parte italiana antitetica all'occupante tedesco e alla vassalla repubblica sociale.

In questo voluminoso ed esauriente testo, invece, l'autore rivolge la sua attenzione al grande movimento partigiano non trascurando raffronti con i suoi oppositori.

E' un'opera di grande valore, perché condotta con rigore storico e in grado di offrire a chi non era presente un quadro di ampio respiro e aderente in modo plausibile alla realtà.

Si potrà obiettare che Bocca è stato un partigiano, ma non si potrà negare che l'affetto per questo grande moto popolare, pur trasparendo fra le righe, non esime l'autore dall'effettuare osservazioni, dall'evidenziare aspetti ed elementi negativi, dando così la prova di una valida imparzialità che è sempre caratteristica dominante nelle sue opere.

L'autore, infatti, riesce a fondere in modo ammirevole la passione di ha partecipato in prima persona agli eventi con la lucidità dello storico.

E' così che l'armistizio dell'8 settembre, la liberazione di Roma, gli scioperi di Milano, Torino e Genova, il proclama di Alexander, l'epilogo dell'aprile 1945 con l'esecuzione di Mussolini rivivono nell'ampia ricostruzione di una guerra di popolo che si manifestò ai più svariati livelli e nei diversi censi.

Quel cercare poi di comprendere le ragioni degli altri finisce con il meglio delineare anche i motivi che indussero non pochi italiani a preferire la dura realtà della macchia opponendosi prima all'invasore tedesco e poi anche al suo alleato-subordinato fascista.

Come ne La Repubblica di Mussolini la storia assume nella trasposizione letteraria una trasformazione in narrazione di eventi, precisi, puntuali, ma senza mai giungere a stancare il lettore, con il risultato che si apprendono elementi caratterizzanti di uno dei più importanti periodi della nostra storia senza nessuna fatica, anzi con il piacere di scoprire pagina dopo pagina un nostro passato ancor recente.

E' inutile che dica che quest'opera è assolutamente imperdibile.    

 

Giorgio Bocca è nato a Cuneo nel 1920. Durante l'ultimo conflitto ha partecipato alla Resistenza delle formazioni di Giustizia e Libertà e, terminata la guerra, ha iniziato la carriera di giornalista. Redattore alla Gazzetta del Popolo e all'Europeo, inviato del Giorno, è stato trai fondatori di Repubblica nel 1975. Ha scritto numerosi libri di storia e di attualità. Al riguardo si ricordano Storia dell'Italia nella guerra fascista, Palmiro Togliatti, Storia popolare della resistenza, Il terrorismo italiano, Storia dell'Italia partigiana, Partigiani della montagna, Il provinciale, Il filo nero, Il dio denaro. Ricchezza per pochi, povertà per molti, Le mie montagne.

 

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010834338 »