Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Recensioni  »  Amor di Ninfa, di Fabrizio Corselli, edito in proprio tramite lulu.com 30/05/2008
 

Amor di ninfa

di Fabrizio Corselli

per Lulù.com

Poesia mitologica

Pagg. 72

Paperback: € 5,50

Download: € 2,20


Il link per poter acquistare il libro è:

http://www.lulu.com/content/2399493

 

 

 

Non mi stancherò di dirlo, né di ripeterlo, ma leggere  i versi di Fabrizio Corselli è come tornare indietro nel tempo di almeno 2.500 anni, giacché i miti che propone sono quelli di un mondo configurabile nell'antica Grecia e a cui peraltro le civiltà successive, soprattutto quella romana, si ispirarono in un senso tacito di continuità della cultura del bello, di quella ricerca costante di arrivare a una perfezione estetica che solo in epoca più recente si è rarefatta.

Certo non sono le poesie che noi siamo abituati a leggere al giorno d'oggi ed in cui prevalentemente c'è un'analisi riflessa dell'insoddisfazione della nostra società, quindi tutto il contrario del bello, con versi in prevalenza disarticolati da un'armonia, composti senza il ricorso alla metrica classica o comunque a regole di stesura che tendano a distinguere la poesia dalla narrativa.

Si potrà dire che in un'altra epoca, in cui tutto è frenesia, non c'è né il tempo né la voglia di traslare sentimenti ed emozioni se non attraverso il linguaggio corrente, in uno spezzettamento del ritmo che necessariamente fa passare in secondo piano la forma per dedicare la sola attenzione al contenuto.

 

Eros

 

Dorme, alato e stanco su quella coltre

d'ombroso disio, con viso adorno, Eros,

mentre io, docile, finanche mi struggo

ai suoi piedi come una serva mortale.

……

 

 

Oppure

 

Inno a Seiphoros

 

Di Seiphoros,

signore di tutti i cavalli

ratto, s'infuoca il vello

d'eburnea tinta,

come del promaco Ares

s'incendia la propria ira furente.

……

 

E' appena il caso di sottolineare che sono versi che si prestano a essere declamati, più che a essere semplicemente letti, perché solo in questo modo è possibile avvertire la fluidità, lo scorrimento senza intralci delle parole, a formare una musicalità che è il nerbo principale di queste opere, che pure hanno il pregio di far volare la mente, di oltrepassare il limite apparentemente invalicabile fra realtà e irrealtà, trasportandoci nell'etereo mondo di divinità solo credute scomparse e invece solo dimenticate.

Regna un'aria di bucolico mistero, quasi un'evanescente visione di quelle che sono le aspirazioni degli uomini e che nelle divinità trovano sbocco, creando così una fusione perfetta fra l'aspetto onirico della vita e la concretezza materiale di ogni giorno.

Riproporre i miti, quindi, non è un puro esercizio velleitario, ma rappresenta uno sbocco all'insostenibilità che molti provano per l'aridità della loro vita.

In questo senso, il lavoro continuo di Corselli ha una sua nobiltà che esula da quella di fornirci solo una visione del bello, ma è molto più pregnante, essendo di fatto un indirizzo, un segnale, una via da percorrere per ritrovare quella pace interiore troppo compromessa dal materialismo dilagante.

Penso che per chi si accosta per la prima volta a questa forma di poesia Amor di Ninfa possa rappresentare l'inizio più appropriato, ma se s'innamorerà di questo stile, di questa forma sarà gioco forza il suo passaggio ai poemi epici, che sono il vero e autentico punto di forza dell'autore, opere nelle quali si esprime a livelli veramente elevati. 

Per cominciare, quindi, questo libro rappresenta l'optimum, la chiave d'ingresso in un mondo che si rivelerà in tutta la sua bellezza.

 

Fabrizio Corselli, scrittore di poesia epico-mitologica e saggista classe '73, nato a Palermo.

 

Ha pubblicato nel 2001 il libro di poesie sui miti greci I Giardini di Orfeo, Edizioni Laboratorio Giovanile.

 

Diverse le pubblicazioni di poesie e critica letteraria su riviste del settore, e collaborazioni con il Salone Internazionale di Parigi e con il Museo Beleyevo di Mosca.

 

Si occupa da tempo d'iniziative volte a promuovere il mondo della poesia attraverso corsi mirati (Il Sogno di Dafne, Eidyllion), con un occhio di riguardo nei confronti della cultura classica greca (nella fattispecie, promozione della cultura olimpica classica e dell'attività sportiva moderna attraverso la poesia). Considerato tuttora uno dei maggiori esponenti del mitomodernismo italiano.

 

Presidente di Giuria del prestigioso premio Laire Lorala, di poesia a tema tolkieniano e mitologico, dal 2004.

 

Segnalato sul sito della Treccani dal Prof. Roberto Carnero per la positiva riscrittura dei classici greci in relazione all'epica sportiva antica di cui si occupa con assiduità e dedizione dal '96, con l'inedito non integrale Olimpica - Il respiro dell'eternità, recensito da Lorenzo Flabbi.

 

Tra le sue pubblicazioni: il saggio sull'Eros e Poesia dal titolo Sublimis, Apologia dell'Estasi presso la nota rivista cartacea Atelier; il ciclo mitografico a puntate, dal titolo Eos - Il risveglio del Mito, sulla rilevazione delle diverse tipologie dell'Eros nei miti greci presso il settimanale palermitano Città Mia News; il saggio di Estetica Il Silenzio di Laocoonte – ovvero del dolore come dimensione oggettiva dell'atto compositivo.

 

Ha pubblicato presso il portale di cultura ellenica Mondogreco 1) il poema di rievocazione mitologica della Battaglia delle Termopili dal titolo All'Ombra di una Guerra; la prefazione è stata curata dal Prof. Matteo Veronesi. 2) il Satyros – viaggio arcadico di un satiro danzante (opera epico-mitologica in due libri, versione E-Book), presentato dalla Prof.ssa Cettina Messina.

 

Pubblicazione nel 2008 del libro Amor di Ninfa, Nympholeptos, opera tematica sul delirio ninfale.

 

Blog: Endymion

 

 
©2006 ArteInsieme, « 014136401 »