Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Editoriali  »  Dei libri letti, di Renzo Montagnoli 28/11/2008
 

 

 

                                   Dei libri letti

                            di Renzo Montagnoli

 

 

A differenza dello scorso anno non stilerò l'elenco dei libri da me letti e recensiti che ritengo meritevoli di essere acquistati, magari come dono natalizio.

Non lo faccio perché se quei testi da me visionati appaiono fra le recensioni è solo perché mi sono piaciuti, al punto che ho voluto rendervi edotti dei motivi di questo gradimento.

Ovviamente ce ne solo alcuni che più di altri ho trovato di mia completa soddisfazione, ma l'importante, secondo me, al di là di quelli che di fatto sono diventati consigliabili di lettura, è che voi abbiate in animo di comprare dei libri, perché fra tanti regali spesso mancano e pensare invece che sono i più importanti per tutta una serie di considerazioni.

Tranne rari casi costano meno di un profumo o di un dvd, sono una compagnia nelle fredde sere d'inverno e vi permettono di viaggiare con la fantasia.

Non potete nemmeno immaginare quale beneficio, mentale e fisico, ci possa essere nell'immaginare, nel farsi una propria idea di luoghi o di eventi descritti in un libro. E' una specie di esercizio ginnico eseguito in poltrona, il cui il modesto sforzo è ripagato da risultati spesso strabilianti.

C'è da chiedersi, però, se sia così con tutti i testi e io vi dico di sì, a patto che nella scelta abbiate alcune accortezze, come possibilmente evitare il best seller, scritto con fini esclusivamente commerciali, e preferiate invece orientarvi su qualche cosa di nuovo, su libri  meno conosciuti, meno venduti, ma che celano spesso qualità innegabili e pregi di particolare rilievo.

Non sempre, anzi quasi mai il romanzo in testa alla classifica è sinonimo di qualità; al più può andar bene per passare qualche ora, ma una volta finito ha esaurito la sua funzione, è un bene di consumo che di durevole non ha più nulla.

Fra tutti quelli che ho recensito troverete sicuramente quello che fa per voi ed è per questo che ve li consiglio tutti; poi, dipende molto dal genere che amate, ma lì ci sono molte tipologie, così come sono presenti saggi e libri di poesia, quella poesia spesso negletta dal grande pubblico ma che è valida quanto un romanzo, se non di più.

Sono sicuro che molti non leggono per pigrizia e credo siano pochi quelli che non comprano libri perché non hanno i soldi.

Un testo stampato è un investimento duraturo, se valido fa trascorrere ore piacevoli e nello stesso tempo vi accresce; questo ampliamento di conoscenze, la cultura, entra nel patrimonio di ognuno di noi e tornerà utile assai spesso, quasi sempre senza che ce ne rendiamo conto.

Ecco, volevo dirvi solo questo, con la speranza che voi compriate libri, magari anche solo per farne dono, perché un buon libro forse non salva la vita, ma di certo fa vivere meglio.       

  

 
©2006 ArteInsieme, « 011373353 »