Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  A Giacomo, di Danila Oppio 21/02/2019
 
A Giacomo

di Danila Oppio



Se solo avessi con te scambiato

su quell’ermo colle profondi sguardi

avrei assorbito nell’immensa quiete

silenzi che san d’eterno, Leopardi!

Con te accanto, sfiorata dal vento

starei in assorto silenzio pensando.

E nel mar dei ricordi, naufragando

dolcezza infinita mi dà contento.

Chi ti conobbe fu per l’Infinito

o poche altre poesie studiate a scuola

portar a memoria” scritta sul diario,

A Silvia oppure Passero solitario.

O studiar La sera del dì di festa,

Il sabato del villaggio, Alla luna

Infin La quiete dopo la tempesta.

Nei testi di scuola, di altre, nessuna.

Quanto hai scritto, quant’altro hai imparato

Leggendo libri al lume di candela

raccolti nei scaffali del tuo babbo

sfinendo gli occhi fino a tarda sera?

Ma tutto questo, chi ce l’ha insegnato?


 
©2006 ArteInsieme, « 09650276 »