Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Buffoni, di Salvatore Armando Santoro 19/10/2020
 
Buffoni

di Salvatore Armando Santoro



L’Italia s’è riempita di buffoni
ominicchi rimasti coi calzoni

corti, che arrivano ai ginocchi,
a ben guardarli sembrano papocchi

che s’atteggiano a leader e statisti
ma quando son caduti, chi li ha visti?

Eppur di danni ne hanno fatti tanti
e fan la corte a ladri ed a birbanti.

Basta guardar la scia che han lasciato
dopo che per un poco han governato.

Proclamavano sempre di mollare
ma la poltrona non si può lasciare

perché quando la provi sotto il culo
a chi la toglie scalci come un mulo.

Ma la colpa non è mai del buffone
ma di chi ne ha promosso l’elezione.

Colpevoli son quindi i mascalzoni
che a governare han scelto dei buffoni.

 
©2006 ArteInsieme, « 010540475 »