Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Passeggiata, di Gianluca Ferrari 09/02/2021
 
Passeggiata

di Gianluca Ferrari


a mio nonno Aldo


Una giornata bianca non so più

dire tempo e stagione; è persa nella

nebbia impenetrabile d’infanzia.

Passammo il ponte Milvio e d’improvviso

con una mano sulla spalla

dicesti: “Vedi? Anche un nipote

che porta il mio cognome. Ho avuto proprio

tutto, ecco, posso morir contento”.

Non so cosa risposi. Nulla

probabilmente; sarò rimasto

sbigottito, come quei capi barbari

sotto le ombre orribili del marmo

storditi dalle grida dal battere

del bronzo scintillante lungo il viale

del trionfo e dal ternario giubilo dei Salii.

Che immane pudico rito celebrasti

con me al fianco! Sarebbe assai piaciuto

a un Seneca, a un Catone. Dentro me ne porto

ancora - come antico fregio sepolto

vivido frammento.


Da Acquerelli gotici (edito in proprio, 2020)






















 
©2006 ArteInsieme, « 010834546 »