Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  I fuochi sulle colline, di Tiziana Monari 09/02/2021
 
I fuochi sulle colline

di Tiziana Monari



Non ha più un capitano di ventura questa terra

violentata dagli uomini

calpestata da acrobati , nani e pagliacci

ha un tempo sospeso tra tregua e respiro

le stelle che le pesano sopra

ed orizzonti infiniti di sangue


figlia del vento e del caos

il cielo terso e gonfio come una vela di randa

si arrende all’estate, ad una fuga di viole

il fiato legato ai sussurri degli alberi

il cuore che trattiene un lungo inverno di neve


ha occhi scabri di madre

fragranze di vento e d’avena

l’acqua che sommerge le valli

il mare che batte gli scogli

ed api che figliano nel veleno che genera.


Sa l’autunno questa terra

quando minuscole illusioni le invadono il respiro

e l’incoscienza, la follia di un’altra Hiroshima

si cela nell’angolo

in agguato tra ombre ed ortiche


e c’è dolore tra gli occhi, le dita e la risata del sole

la piccola felicità degli uccelli in volo

fuochi sulle colline

su questa terra invasa dalle mosche

dove strisciano i serpenti

avvinghiandosi ai fiori.


Lungo è il bisogno d’amore per questa terra che amo

questa terra senza più primavera.

 
©2006 ArteInsieme, « 010834314 »