Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie in vernacolo  »  Epilogo, di Vittorio Banda 25/02/2013
 

Epilogo

di Vittorio Banda

 

 

Me invitavi a magną nella solita osteria,
dove se magnava bene sotto casa mia.
Dicevi sempre che avevi voglia de sortire
per poterti , armeno , un poco divertire.

Ogni vorta che c’era da pagare er conto,
come ar solito facevi sempre er finto tonto.
Ero solo io a pagare e me chiamavi amico,
quello che pensavo pe pudore nun lo dico.

Ma , come se gnente fosse mai accaduto,
me telefoni come se fa ad uno sconosciuto.
Per questo ar tuo rinnovato e novo invito,
arzo della mano destra teso er medio dito!

 

 
©2006 ArteInsieme, « 09168705 »