Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie in vernacolo  »  Natività di Vittorio Banda 22/12/2006
 

                Natività

 

Er bue disse fraternamente all'asinello :

“Alita più forte ha freddo er bambinello

bisogna co granne amore riscardallo

pe quelli che so venuti ad adorallo.

 

Guarda la madre sua che tenerezza

continuamente co la mano l'accarezza.

Er padre lo vigila co l'occhio paziente

e bada che nun glie manchi gnente.

 

Quanta gente è venuta dietro la stella

so tutti qui pe na ragione molto bella.

Hanno capito che l'amore è sceso in terra

e che ci sarà solo pace e gnente guerra.

 

I pastori so venuti a portà la pecorella

l'angelo li ha svegliati dalla pennichella.

Pace a tutti gli uomini de bona volontà

è arrivata sulla terra de Dio la bontà ! “

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010834345 »