Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie in vernacolo  »  Er verme matto di Vittorio Banda 15/07/2006
 

ER VERME MATTO

 

Un povero millepiedi uscito mezzo matto

annava dicenno in giro d'essere un uomo fatto

così co questa idea girava in mezzo all'orto

e minacciava guai a chi gli desse torto.

 

Na mosca che passanno per quer posto

decise de annascare  un po in quell'orto

udì sto millepiedi che gridava

e s'avvicinò a sentì quer che diceva

 

Uditolo che diceva d'esse n'omo de sapienza

che all'occorrenza sa cos'è la coscienza

decise de corregge quer suo detto

facendogli er seguente discorsetto !

 

Compagno te manca forse qualche venerdì

pe fa sortire dalla tu bocca quello che ne uscì

guarda che l'omo è un essere potente

forte, ben messo, prestante e intelligente

 

Io spero solo che lui questo nun lo senta

altrimenti chi lo sa se nun inventa

qualche cosa dall'effetto pesticida

che in quattro e quattr'otto nun t'uccida  ?

 

Er verme disse in tono assai marziale

per una mosca mica parli male

ma rendo grazie a chi t'ha vista infida

e te mollò un po' po' di insetticida !

 

Ma se parlo così lo faccio ragione

e mica fa la figura der frescone

e dimostratte la bontà dell'asserzione

te n'esempio e na dimostrazione

 

 

Me rivolgo all'organismo più alto contemplato

che come tutti sanno esso è lo Stato

cara mia nun è che se farnetica

se fa er baiocco e la politica

 

Ma tu dirai : “ Sto tipo me fa l'esempio der parnaso

cor gusto de menarmi per il naso

ma capirai tu stessa se quer che dico

è giusto oppure vale un fico!”

 

Sai cara che succede all'omo che è mannato

a politica cor voto dell'elettorato

t'entra in quella sfera da omo inerme

ma quanno sorte sai che n'esce ? Un verme !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010831798 »