Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  La scuola, di Renzo Pezzani 06/09/2020
 
Non frequente la delicatezza di esposizione, non scevra di musicalità, caratteristiche proprie di Renzo Pezzani che troviamo anche in questa poesia sulla scuola.




La scuola

di Renzo Pezzani



Chi mai l'ha costruita, un po' appartata
dall'altre case, come una chiesuola,
e poi che l'ebbe tutta intonacata
le ha scritto in fronte la parola -Scuola -?
E chi le ha messo al collo per monile
una campana senza campanile?
Chi disegnò per lei quei due giardini
con pochi fiori e giovani alberelli
difesi dall'insulto dei monelli
da fascetti di brocche irte di spini?
Chi seminò con tanto amor le zolle?
Per qual bambino costruir la valle?
Non per un bimbo, ma per quanti sono
nel mondo, suona quella campanella;
e la scuola ti sembra casi bella,
e quell'aiuola un rifiorente dono,
perché col giardiniere e il muratore,
vi mise ogni di mano anche l'amore.







 
©2006 ArteInsieme, « 011281659 »