Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
 

  Intervista all'autore  »  Intervista a Tanino Cannata 14/05/2006
 

L'intervista è a Tanino Cannata, classe 1938, più conosciuto come pittore che come poeta, pur presentando le sue liriche i tratti di raffinata delicatezza presenti nei suoi quadri. Per ulteriori notizie su di lui e anche per vedere alcune delle sue realizzazioni pittoriche consiglio di dare un'occhiata al suo sito web (http://taninocannata.interfree.it/).

 

 

 

 

Perché scrivi?

 

Non lo so. Ovunque mi trovi, mi alzo, vado a casa (se già non lo sono), prendo l'agenda e scrivo; oppure scrivo direttamente al computer.

 

 

 

Alla base di tutte le tue opere c'è un messaggio che intendi rivolgere agli altri?

 

No. Non ho mai pensato a tale scopo. Sarei come un pittore che dipinge solo per vendere i quadri.

Rabbrividisco al solo pensiero.

 

 

 

Ritieni che leggere sia importante per poter scrivere?

 

Certo. Ma è importante soprattutto cosa si è letto durante la vita.

 

 

 

Che cosa leggi di solito?

 

Poesie, saggistica, bibbia, Imitazione di Cristo, Pascal, ecc.

 

 

 

Quando hai iniziato a scrivere?

 

A circa sedici anni.

 

 

 

I tuoi rapporti con l'editoria.

 

Nulli.

 

 

 

Che cosa ti piacerebbe scrivere?

 

Poesie e la mia biografia.

 

 

 

Scrivere ha cambiato in modo radicale la tua vita?

 

Assolutamente no.

 

 

 

Qualche consiglio per chi ha intenzione di iniziare a scrivere.

 

Scrivere solo quello che si sente.

 

 

 

 

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 09282692 »