Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
 

  Intervista all'autore  »  Intervista a Salvatore Scollo 14/02/2009
 

L’intervista è a Salvatore Scollo.

Così parla di sé:

 

Nato il 3 agosto 1944 a Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, risiede a Siracusa.

Ora in quiescenza, è stato dirigente della locale Camera di Commercio.

Dedica il tempo libero alla lettura e al volontariato.

Vincitore del concorso “Il club dei poeti” ed.2001, ha ottenuto alcuni piazzamenti in altre manifestazioni letterarie. L’ultimo in ordine di tempo, il terzo posto al concorso “Poesie al mondo” ed.2007 in provincia di Macerata, avente come premio la pubblicazione di una sua silloge.

Un paio di accenni critici sui quotidiani regionali “La Sicilia” e “Il giornale di Sicilia” nella cronaca locale di Siracusa, il 31 gennaio e il 5 marzo 2003.

È attualmente presente, insieme a tanti altri appassionati di scrittura, sul sito “Il club dei poeti”.

 

 

 

Perché scrivi?

 

L’intento è di comunicare le mie riflessioni sulla vita, a volte con occhio disincantato, a volte con malinconia, altre con ironia.

 

 

Alla base di tutte le tue opere c’è un messaggio che intendi rivolgere agli altri?

 

Non ho la pretesa d’insegnare qualcosa, possedendo io stesso poche certezze.

 

 

Ritieni che leggere sia importante per poter scrivere?

 

Ritengo che sia fondamentale, al fine di migliorare la resa di quanto comunicato.

 

 

Che cosa leggi di solito?

 

Narrativa e soprattutto libri di poesia. Talvolta, quotidiani e riviste.

 

 

Quando hai iniziato a scrivere?

 

Come un po’ tutti, da giovane, anche se oggi quei componimenti mi fanno sorridere per la loro ingenuità.

 

 

I tuoi rapporti con l’editoria.

 

Nessun rapporto con l’editoria ufficiale. I libretti di poesie, li ho pubblicati a mie spese, per farne dono agli amici. In qualche concorso letterario, ho ricevuto come premio la pubblicazione di mie sillogi.

 

 

Che cosa ti piacerebbe scrivere?

 

Le mie capacità si fermano alla scrittura di racconti e poesie. Mi piacerebbe scrivere un romanzo e poesie di sapore universale, che travalicassero la realtà personale.

 

 

Scrivere ha cambiato in modo radicale la tua vita?

 

Sì, ora sono più attento nel guardarmi intorno e dentro, per cogliere spunti da riportare sulla carta. È aumentata anche la sensibilità e la partecipazione nel leggere le opere altrui.

 

 

Qualche consiglio per chi ha intenzione di iniziare a scrivere.

 

Leggere, leggere e poi ancora leggere. Poi, alla luce di quanto appreso, sottoporre i propri testi ad una revisione continua.

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 09444999 »