Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Libri e interviste  »  SEXY MADE IN ITALY – Le regine del cinema erotico degli anni Settanta, di Gordiano Lupi - Profondo Rosso - Renzo Montagnoli intervista l'autore 15/11/2007
 

Intervista a Gordiano Lupi, autore di SEXY MADE IN ITALY – Le regine del cinema erotico degli anni Settanta – Profondo Rosso.

 

 

Allora, nell'ambito della cinematografia italiana dei gloriosi anni Settanta, è uscito questo tuo libro, naturale continuazione del precedente Le dive nude. Ce ne vuoi parlare?

 

Sexy made in Italy è la seconda puntata de Le Dive Nude, dove mi occupavo soltanto di Gloria Guida e Edwige Fenech. Adesso completo il quadro delle protagoniste dei sogni erotici di un'intera generazione: Carmen Villani, Orchidea De Santis, Janet Agren, Nadia Cassini, Maria Rosaria Omaggio, Marisa Mell, Laura Antonelli, Ewa Aulin, Maria Baxa, Femi Benussi, Lilli Carati, Marilda Donà, Malisa Longo, Lory Del Santo, Sabina Ciuffini, Antinesca Nemour e Patrizia Garganese. Maurizio Maggioni racconta Serena Grandi, Fabio Zanello si occupa di Lisa Gastoni e intervista Zora Kerowa insieme a Domenico Monetti. Gli anni Settanta sono stati una stagione irripetibile del nostro cinema di genere e se mi guardo indietro sono contento di averla vissuta sino in fondo.

 

 

A tuo gusto e giudizio, qual è il miglior film fra quelli da te trattati con questo volume e perché?

 

In questo libro non parlo di capolavori del cinema, ma di pellicole popolari che emozionavano tanti adolescenti che stavano diventando grandi. Va da sé che per me, per la mia generazione, quei film hanno rappresentato un momento importante. Erano altri tempi. Si cominciava a parlare di liberazione sessuale, ma a noi non interessava la politica e tanto meno il femminismo. Eravamo fatti così noi ragazzini degli anni Settanta. Ci davi una doccia, una serratura ed eravamo contenti. Ci bastava poco. A parte tutto dico che un film manifesto resta Malizia di Salvatore Samperi con una bellissima Laura Antonelli, ma anche La nipote di Nello Rossati con la stupenda Orchidea  De Santis non è da meno. W la foca! di Nando Cicero con la conturbante Lory Del Santo, invece, segna la fine di un'epoca….

 

 

Hai in programma altri volumi sul cinema di quegli anni, che, lo ribadisco, in Italia ha avuto un'importanza primaria, dopo la stasi coincisa con la fine del neorealismo?

 

Praticamente non faccio altro (a parte occuparmi di Cuba). Sto scrivendo un saggio sul cinema noir di Fernando di Leo e ho ultimato una collaborazione a un libro collettivo su Sergio Martino. Ho consegnato a Profondo Rosso un saggio su Luigi Cozzi e sto sistemando un libro su Michele Soavi (per Il Foglio) insieme a Maurizio Maggioni e a Fabio Zanello. Curo una rubrica di cinema su www.tellusfolio.it. Un ottimo editore che fa libri in italiano e in inglese distribuiti in tutto il mondo mi ha chiesto di collaborare ad alcuni progetti interessanti. Il primo che sta per uscire è un testo fotografico intitolato La commedia sexy. Ne faremo altri, credo.

 

Grazie Gordiano e ovviamente auguri per questo tuo ultimo libro.

 

SEXY MADE IN ITALY – Le regine del cinema erotico degli anni Settanta

di Gordiano Lupi

Profondo Rosso, 2007

Pag. 300 – Euro 25,00 – Filmografie, foto e curiosità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 011176605 »