Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  L’impero di mezzo, di Andrea Cotti, edito da Rizzoli e recensito da Grazia Giordani 29/01/2022
 
L’impero di mezzo – Andrea Cotti – Rizzoli – Pagg. 440 – ISBN 9788817158992 Euro 16,00



Leggiamo con “L’Impero di mezzo”, scritto da Andrea Cotti (Rizzoli, pp.440, euro 16) le strane vicende del vice questore Luca Wu che ha bisogno di una tregua, di un po’ di riposo, dopo i casi difficili che ha affrontato negli ultimi faticosi tempi di lavoro.

Incontriamo in queste pagine un romanzo poliziesco veramente singolare, fuori dagli schemi, lontano dal consueto.

Il vice questore Luca Wu, reduce da una sfiancante inchiesta, ha bisogno di riappropriarsi dei suoi spazi interiori, di ritrovare se stesso, scacciato di casa dalla moglie Anna, dopo l’ennesimo tradimento. L’occasione per allontanarsi da Roma e dal commissariato di Torpignattara, gli viene offerta quando i nonni di Wu decidono di tornare per un’ultima volta al loro villaggio di origine, Caoping.

Ma non c’è pace per il commissario italo cinese che ha sempre vissuto con un certo disagio questa doppiezza di cinese nato in Italia. Dopo pochi giorni dall’arrivo , l’ufficio sicurezza dell’ambasciata italiana in Cina lo contatta per chiedere il suo aiuto riguardante un caso di estrema delicatezza.

Un importante imprenditore italiano, Carlo Grande, è morto precipitando dal diciassettesimo piano di un parcheggio a Wenzhou. Il sospetto è che non si tratti di un incidente, perché qualcosa nella ricostruzione delle autorità cinesi crea dei forti dubbi. Incidente, suicidio o morte provocata da terzi ?

Compare a questo punto la figura femminile della poliziotta Yen Bao Yi, molto seducente. Quello che sembrava un semplice incidente prende gli aspetti sempre più foschi e contraddittorii e anche noi lettori veniamo trascinati in una Cina tenebrosa e anche piuttosto sporca. Entriamo in locali controllati dalle Triadi (terribile mafia cinese), entriamo nelle fabbriche dei colossi mondiali della tecnologia più avanzata.

Ci troviamo nel milieu di un intrigo internazionale, fatto di affari miliardari, depistaggi, omertà e lotte di potere negli antri più tenebrosi dell’Impero di Mezzo. Non mancano pagine di caldo eros. Figuriamoci se il nostro protagonista poteva restare indifferente al fascino esotico della bella poliziotta che lo affianca nell’indagine.

L’epilogo del romanzo poliziesco, che potremmo definire un noir, come sempre lo lasciamo al lettore.

L’Autore, Andrea Cotti, è sceneggiatore, editor, scrittore di romanzi per ragazzi, autore radiofonico e televisivo. Ha adattato crime fiction di successo, tra cui la serie de“L’Ispettore Coliandro”. Per Nero Rizzoli ha pubblicato “ Il Cinese”.


Grazia Giordani

 
©2006 ArteInsieme, « 011934747 »