Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  I girasoli di Kiev, di Erin Litteken, edito da Piemme e recensito da Giovanna Giordani 15/07/2023
 

I girasoli di Kiev - Erin Litteken - Piemme - Pagg. 396 - ISBN 9788856688313 - Euro 18,90



Per chi volesse conoscere ciò che il popolo ucraino ha subìto durante il regime di Stalin negli anni trenta del Novecento, il libro "I girasoli di Kiev" di Erin Litteken può essere un valido aiuto.

Un romanzo che, attraverso le vicende di una famiglia ucraina, ci fa entrare nell´orribile realtà dell´ Holodomor. Far morire milioni di persone di fame lasciando marcire il grano nei depositi, penso che sia uno dei peggiori crimini contro l´umanità.

E tutto questo in nome di una ignobile e vile ideologia chiamata "collettivizzazione" dei prodotti della terra. Ma di collettivo c´era solo la morte di gente semplice alla quale era stata tolta l´unica fonte di sostentamento rappresentata dal lavoro contadino.

Il regime comandava loro di lavorare e produrre senza la possibilità di godere dei frutti delle loro fatiche. Chi cercava di opporsi a questa ignobile prepotenza veniva regolarmente ucciso.

Alcuni di quei pochi sopravvissuti a questo sterminio hanno trovato rifugio all´estero, principalmente in America, dove hanno potuto rifarsi una vita, cercando di tenere a bada i tristi ricordi degli orrori subiti nella loro amata terra Ucraina.

L´autrice di questo bellissimo romanzo-testimonianza è americana ma ha origini ucraine e ciò che scrive non è pura invenzione bensì trascrizione di realtà raccontate da chi le aveva vissute sulla propria pelle.

L´asservimento al regime, le crudeltà perpetrate su un popolo inerme e indifeso non potranno mai essere dimenticate da chi è riuscito a sopravvivere. Si capisce così come, con l´avvento dell´assurda e crudele invasione russa dell´Ucraina del febbraio 2022, questo popolo, fiero e coraggioso, che a fatica era riuscito a rendersi indipendente e autonomo, ora cerchi di lottare con tutte le sue forze per non sottostare nuovamente al regime dittatoriale russo.

"I girasoli di Kiev" l´ho preso a prestito presso la biblioteca, ma mi è sembrato così vero e interessante che lo voglio acquistare per tenerlo fra i miei preferiti.

È chiaro quindi che ne consiglio vivamente la lettura.

Tanti crimini sono stati compiuti da certi "uomini" che si credevano immortali per poter dominare il mondo ed è triste assistere anche ai giorni nostri a violenze inaudite sui propri simili.

Fin dagli anni della mia giovinezza, "all´apparir del vero", nella mia piccola mente mi è sembrato di poter sostenere che la guerra è il più alto grado della stupidità umana. E credo proprio che non cambierò mai idea.



Giovanna Giordani


 
©2006 ArteInsieme, « 014402863 »