Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  La mongolfiera, il monte Tambura e il tappeto volante, di Fernanda Raineri, Altro Mondo Editore, recensito da Alessio Orsingher 22/08/2008
 

La mongolfiera, il monte Tambura

e il tappeto volante

di Fernanda Raineri

Altro Mondo Editore

www.altromondoeditore.com

Narrativa racconto

Pagg. 52

ISBN: 978-88-6281-043-2

Prezzo: € 10,00

 

 

Fernanda Raineri, alla prima fatica letteraria, rispolvera nel suo “La Mongolfiera, il monte Tambura e  il tappeto volante (AltroMondo Editore) il piacere sottile di cogliere la meraviglia più genuina dagli avvenimenti della vita.

Ecco Stella, la protagonista, ragazzina di paese costretta a districarsi tra studio e lavoro, non ricca, ma nemmeno troppo sfortunata: è priva della docile rassegnazione di Cenerentola, cui tutto viene perdonato, anche se ha ben chiari i limiti entro i quali deve muoversi. Niente vacanze estive prolungate, o vezzi giovanili da soddisfare con prepotenza. E' una mattina di agosto quando decide, insieme alla sorella Glenda e due amici americani (Frank e Rebecca) di partecipare ad una gita in pallone aerostatico.

Ha la voce soave e gli atteggiamenti meravigliati del fanciullino di Pascoli, Stella: sarà lei la guida del gruppo dopo l'incidente di percorso della mongolfiera. Un problema al motore, l'atteraggio di fortuna in un bosco che pare fatato, casa da raggiungere il prima possibile.

Persi nella flora selvaggia delle Apuane, scopriranno un tesoro tra grotte e anfratti. Il monte Tambura, silenzioso palcoscenico della vicenda, li culla dolcemente nelle ali del sogno. Sussurra soluzioni, ispira movimenti, ma non si sostituisce mai all'animo dei giovani esploratori.

Neppure con tappeti volanti o  oggetti magici.

Fernanda Raineri è la mano rapida che conduce il lettore nel cuore di una paesaggio tanto familiare quanto sconosciuto: accattivante come la Rowling e profonda come la Jostein Garder de “Il mondo di Sofia”. Prima di dare vita a questo racconto, l'autrice aveva tralasciato per 24 anni la passione per penna e pennello (come artista del colore ha ottenuto pregevoli risultati a mostre e concorsi). Attualmente lavora come impiegata in un noto studio dentistico apuano, ma ha riallacciato i contatti con quell'ambiente tanto amato negli anni della scuola: alla scrittura di romanzi, infatti, accompagna la collaborazione con un'agenzia di moda del Nord Italia, per la quale disegna sciarpe e foulard. Insieme alla “sua” Stella ha provato a spiccare il volo pure lei: e ci è riuscita. Restando magnificamente coi piedi per terra.

 

                                                                  Alessio Orsingher

 

Recensione tratta da “LA PAROLA” al cittadino

Massa Carrara, Giugno 2008.

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 012386023 »