Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  Salvo Zappulla ha recensito Leonardo nascosto, di Valeria Botta, edito da Fermento 04/02/2009
 

 

Leonardo nascosto, di Valeria Botta – Fermento – pagg. 264 – ISBN: 9788889207338 - € 14,00

 

(Rivelato l'ultimo mistero nella vita di Leonardo)

 

C'è un'ansia di ricerca metafisica in questo libro di Valeria Botta, un desiderio  irrefrenabile, cosmico, di andare oltre. Sul grande Leonardo da Vinci si sono susseguite ricerche di illustri studiosi ma Valeria intrecciando rigore scientifico e fantasia  ha focalizzato un periodo storico basilare nella vita del grande genio: l'età dei suoi tredici anni (1465), raccontando il periodo più oscuro della sua vita, svelandone i segreti che lo hanno accompagnato e il mistero irrisolto della Gioconda. La giovane autrice romana ha voluto colmare un vuoto che va dal  periodo adolescenziale a quello della maturità facendone risaltare aspetti caratteriali  inediti e la sua voglia di continua ricerca,  con umiltà, non esitando - il grande Leonardo - a chiedere informazioni e notizie utili alla sua causa. Valeria nutre un grande amore  per lo studioso, ne parla come se l'avesse davvero incontrato, magari in sogno, lo umanizza, lo tira giù dal piedistallo dove altri lo hanno collocato e ce lo rende fruibile, simpatico anche, rivelando aneddoti gustosi. E non è impresa da poco considerando che stiamo parlando di uno dei più grandi personaggi della Storia che l'umanità ci invidia. E' un inno d'amore questo straordinario romanzo che scorre veloce in un  accavallarsi di frenetici avvenimenti, a tratti inquietanti o avvolti da  artificio letterario. L'autrice scava nell'animo del suo personaggio, vuole arrivare alle radici della sua contorta e complessa personalità, capire qual è  stato il lampo folgorante che lo ha indotto al desiderio costante di ricerca, a trasformare un uomo in uno dei più grandi scienziati di tutti i tempi. Infine l'ipotesi più suggestiva nel lavoro di Valeria, una tesi destinata a far discutere e a scandalizzare non pochi: il volto di Monna Lisa potrebbe appartenere a un cadavere, quel volto dal fascino enigmatico da cui Leonardo non ha voluto separarsi fino alla morte.

 

Salvo Zappulla

 
©2006 ArteInsieme, « 012625024 »