Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  Salvo Zappulla ha recensito Che più giallo non si può!, di Barbara Becheroni, edito da Lussografica 25/09/2009
 

Che più giallo non si può!

Ricette e piccole cose a base di zafferano

di Barbara Becheroni

Lussografica Editore

Cucina

Pagg. 144

ISBN: 9788882432072

Prezzo: € 15,00

 

 

 

 

Non si può dire che questo godibilissimo volumetto sia solo un libro di ricette. Infatti è molto di più: è un atto di amore sincero, di vera passione nei confronti di quella che comunemente si ritiene una semplice spezia, cioè lo zafferano.
L'autrice prende per mano il lettore e lo conduce in un percorso colmo di sorprese: sapevate, per esempio, che la polverina rossastra capace di donare gusto e profumo alle vivande è anche un eccezionale antiossidante naturale? E che lo zafferano italiano è uno dei migliori del mondo? Che le colture italiane di Crocus sativus sono biologiche? Che servono tantissimi fiori e altrettanto lavoro per ottenere una piccola quantità di zafferano?
Le nozioni, anche storiche, sono dispensate con intelligente umorismo tra le pagine, mescolandosi in una simbiosi apparentemente impossibile con le ricette. Così ci ritroviamo a parlare di paella e di Spagna, di sapori squisiti e di spaventosa Inquisizione… Scopriamo un legame insolito tra Milano e la Sicilia: è sempre lo zafferano, che dipinge d'oro il re dei risotti e imprime il caleidoscopio di aromi alla pasta con le sarde…
Le ricette, corredate da prezioso materiale iconografico, spaziano, contese tra tradizione italiana, specialità etniche e creazioni innovative. Impareremo a cucinare kebab allo zafferano, pollo con mandorle e zafferano, ma anche zuppe, tartine e ogni tipo di pesce. Ci adatteremo all'impiego del microonde, oppure pretenderemo qualcosa di più, come i tegami artigianali… l'importante è che lo zafferano sia sempre presente. Particolare riguardo è dato anche alla cucina vegetariana, oltre che ai piatti veloci e facili da eseguire, adatti a chi ha poco tempo ma tanta voglia di mangiare bene: una vera manna per le donne, contese tra lavoro, famiglia e tutto il resto. Non mancano le specialità più strane, capaci di stupire e quelle destinate a occasioni importanti. Sono pure descritti alcuni eccezionali dolci, dall'incredibile colore giallo. È un libro tutto da leggere, capace di far sorridere grazie ai sapienti intermezzi narrativi, ricco di nozioni, di storie, di aneddoti e di fotografie che spezzano simpaticamente l'elenco di ricette. Un volume unico, che non può mancare, sia in cucina che in libreria.

 

Barbara Becheroni nasce a Milano il 27 gennaio 1964, città dove termina gli studi: maturità classica e laurea in medicina veterinaria. Si dedica alle attività di veterinaria ippiatra e scrittura creativa. Si trasferisce in Sicilia, a Siracusa, nel 1994. Ha pubblicato diversi lavori sulle riviste “Praxis veterinaria” e “In Sella” (per quanto riguarda l'attività professionale), “Inchiostro”, “La Nuova Tribuna Letteraria” e la rivista del circolo Pickwick. Vince e si piazza in diversi concorsi letterari, tra cui: “Brontolo” con Rimpianto; “Emigrazione” con A mio padre; “Cuore di tenebra” con Cantaride; “Future Shock” con Profumi della notte; “Il Molinello” con Dopo il tramonto; “Donne, Eros e… altre Donne” con Tre piccoli cuori; “Mario Ancona” con Spazzatura; “Circolo Pickwick” con Mistikanza; “L'officina dello scrivere” con Don Angelo; “Storia Fantastica '97″ con E se…; “La Nereide” con Natale con i tuoi; “Leggere” con Un palio. Nel 2004 ha partecipato all'antologia Sei più nove, edizioni “Il Dito e la Luna”, con il racconto Tre piccoli cuori. Nel 2003 ha partecipato all'antologia noir Brividi neri (Ed. Terzo Millennio, Caltanissetta) con il racconto Vendette. Nel 2002 partecipa all'antologia Rifugio, con il racconto Maria, una storia brasiliana e all'antologia I pionieri dell'anno 3000 (Ghost Editrice, Torino) con Questione di rinencefalo. Inoltre è stata pubblicata da Prospettiva Editrice di Civitavecchia la sua prima raccolta di racconti, intitolata Memorie di un Secondone. Nell'anno 2001 numerose antologie di fantascienza e fantasy hanno pubblicato racconti della Becheroni, tra cui: Racconti fantastici (Etruria Editrice), Guru Meditation e Crudelie Demonie (Ghost Editrice, Torino), Mondi possibili e impossibili (il Foglio Letterario ed.).

 

Salvo Zappulla

 

 
©2006 ArteInsieme, « 012624394 »