Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
 

  Il cerchio infinito  »  Il resoconto della presentazione alla Rassegna della Microeditoria di Chiari 10/11/2008
 

La presentazione de Il cerchio infinito alla Rassegna della Microeditoria di Chiari è avvenuta nel pomeriggio di domenica 9 novembre, una giornata foriera di cambiamenti climatici con minaccia di nebbia che per fortuna ho trovato al ritorno solo negli ultimi 5 chilometri che separano il casello autostradale da casa mia.

Prima di dire dell’evento vero e proprio mi corre l’obbligo di evidenziare che questa importante fiera del libro quest’anno mi è apparsa un po’ sotto tono, con affluenza limitata il sabato, ma per fortuna più corposa il giorno festivo.

Sempre restando ai numeri c’è da rilevare che purtroppo il numero dei libri venduti è diminuito, anche drasticamente, un fenomeno quasi generalizzato fra i numerosi editori presenti e indubbiamente dovuto alla crisi economica che comincia a farsi sentire pesantemente.

Delle mie opere sono state vendute tre copie di Canti celtici e altrettante del Cerchio infinito, poche, considerando anche che c’era un’offerta, valida per tutto il periodo della rassegna, in base alle quale l’acquisto di entrambi i titoli veniva a costare € 15,00 anziché € 20,00.

La presentazione è avvenuta in questo quadro non di rosee aspettative, di fronte a un pubblico non numeroso, anche se attento.

Ho parlato poco, ho letto quattro poesie, poi ho passato la parola a Sacha Naspini ed Emiliano Maramonte del Collettivo UBV che hanno presentato la raccolta di racconti Le sette vite di Dalila e Achille. Indi Maurizio Cometto ha parlato brevemente dei suoi due volumi Il costruttore di biciclette e L’incrinarsi di una persistenza. Ha chiuso il tempo dedicato dall’organizzazione alle Edizioni Il Foglio la giovanissima Valentina Bellini, che ha presentato il suo primo libro, Kia e il grande muro.

C’è da sperare che la congiuntura sfavorevole non abbia a durare molto, anche se ho fondati timori che i tempi di ripresa non saranno brevi, perché altrimenti la piccola editoria finirà con il trovarsi in difficoltà e tanti scrittori vedranno svanire i loro giusti sogni di pubblicazione.

In questo senso vi invito ad avere nei vostri acquisti un occhio di riguardo per queste piccole, ma indispensabili realtà, fuori dalle logiche, anche di basso livello qualitativo, dei grandi gruppi editoriali.     

 

 
©2006 ArteInsieme, « 09453854 »