Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Recensioni  »  La Villa delle Stoffe, di Anne Jacobs, edito da Giunti 16/09/2020
 
La Villa delle Stoffe

di Anne Jacobs

Giunti Editore

Narrativa

Pagg. 576

ISBN 9788809874015

Prezzo Euro 8,90



Brutto e inutile



E’ raro che quando inizio un libro che, pagina dopo pagina, non mi piace, abbandoni la lettura. Questo per due semplici motivi: il primo perché spero sempre che volga al meglio, il secondo perché desidero dare un giudizio compiuto all’opera. Quando capita che proprio mi risulti indigesto continuare a leggere, allora, ob torto collo, sono costretto a prendere il libro e a metterlo da parte, per riprovare a prenderlo in mano una seconda volta a distanza di tempo, sempre con l’auspicio che possa finalmente interessarmi. Se poi, anche in tal caso, pur con tutta la mia più buona volontà non gradisco, il volume finisce nel cesto della raccolta differenziata della carta. E’ quello che è accaduto a La Villa delle Stoffe, primo di una trilogia realizzata dalla narratrice tedesca Anne Jacobs. Questa sorta di soap opera è scritta malissimo, spesso con l’impressione che si sia voluto semplicemente riempire delle pagine, è per nulla avvincente e anzi si può definire stucchevole. La pubblicità dice che ha avuto enorme successo e non mi meraviglio, proprio per questa sua caratteristica di soap opera, rivolta a lettori ben poco acculturati, di bocca buona e che non si accorgono dei notevoli limiti del romanzo. Comprendo che non si può sempre scrivere libri di elevato livello, ma mi sembra che, se anche l’opera non ha particolari pretese, il cercare di far assopire gente che di per sé è disponibile ad accettare di tutto non è un fine nobile. Ogni libro dovrebbe proporsi di elevare i lettori, non di somministrare loro il pastone di sottocultura di cui si cibano. Non aggiungo altro, se non che trattasi di opera del tutto inutile.




Anne Jacobs è nata in un paesino della Bassa Sassonia, per poi trasferirsi a Francoforte sul Meno, dove ha studiato musica classica al conservatorio. Ha esordito come autrice di romanzi storici e saghe familiari, e ha raggiunto il successo internazionale con La Villa delle Stoffe, il primo capitolo di una saga, a cui seguono Le ragazze della Villa delle Stoffe (Giunti, 2019) e L'eredità della Villa delle Stoffe (Giunti, 2020).



Renzo Montagnoli


 
©2006 ArteInsieme, « 010435234 »