Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
  Poesie  Racconti  Poesie in vernacolo  Racconti in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Senilità, di Danila Oppio 07/02/2016
 

Senilità

di Danila Oppio

 

 

Schegge

Di cielo

Imbronciato

I tuoi occhi

Simili

A marciapiedi

Di cemento

Sui quali

Il pensiero

Va sospinto

Dal vento

Foglie

Arrugginite

Dal tempo

Le tue mani

Avvinte

Da tristezza

Autunnale

Intirizzite

Da brezza

Glaciale

Di granito

Il tuo viso

Scolpito

Dallo scalpello

Degli anni

Inciso

Dal tempo

E dai ricordi

D’un passato

Ormai smarrito.

Cancellato

Da sinapsi

Bruciate

Che isolano

Dalla prigione

Di carne

Il tuo corpo

Sfibrato.

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 08254980 »