Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  E poi il mare, di Donatella Nardin 06/01/2018
 

E poi il mare

di Donatella Nardin



E poi il mare.

Così silenzioso, così contrito

nel calice muto del petto

come se al mondo più nulla

esistesse.

E poi l’onda notturna, così stretta,

vibrata, come un lampo

d’imbiancate memorie sul piazzale

assonnato.

Accoglie la notte e le sue moltitudini

grate lo smeraldo splendente,

indistinto qua e là fino a graffiare

la bocca, ogni volta di più

esposti noi nell’urgenza dell’essere

o nel mancarsi pacato


noi figli di un acquoreo disegno

all’infinito.



Da Terre d’acqua (Fara, 2017)

 
©2006 ArteInsieme, « 09386167 »