Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
  Poesie  Racconti  Poesie in vernacolo  Racconti in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Calvizie, di Danila Oppio 02/12/2018
 
Calvizie

di Danila Oppio



Te ne vai in giro col parrucchino

ancor peggio, ti fai il riportino.

A ben vedere il Vate D’Annunzio

calvo fu, privo di pelo fittizio.

Non alzar al ciel le braccia

Che un cranio lustro sulla faccia

È migliore di cento falsi tuppè                       

La gioventù la torna minga indrè.

E volersi celare dietro una ringhiera

è come dir che in bocca tutti denti

sono tuoi, li hai pagati cari, accidenti!

ma fan parte d’una bella dentiera.

Ricorda Yul Brinner, Connery

Bruce Willis, e altre celebrity

Eran o son calvi famosi e belli

ricchi di fascino pur senza capelli.


 
©2006 ArteInsieme, « 09044833 »