Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Ardesia, di Salvatore Armando Santoro 07/02/2019
 
Ardesia

di Salvatore Armando Santoro



Sui tetti bigi
dove l'ardesia brilla,
dove lo sguardo si distende pigro
oggi nel cielo il sole non scintilla
la pioggia batte ed i colori offusca
nelle grondaie borbotta 
e quasi strilla.

La Becca è accarezzata dalla bruma
in alto svetta solo il campanile
indica il cielo e pare mormorare
una preghiera mentre batte l'ore.

Traguardo il mio pensiero
volo sui monti
questo giorno sfuggente un po' m'opprime,
felicità esaurite mi regala.

La mia baldanza adesso s'è attenuata
questa visione riporta al tempo antico
e questi tetti cupi,
il campanile,
i comignoli pigri e poveri di fiato,
l'uggia di questa buia giornata
un poco dentro il cuore han mitigata.

 
©2006 ArteInsieme, « 09581433 »