Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Egisto, di Gianluca Ferrari 25/07/2019
 
Egisto

di Gianluca Ferrari



L’oste Egisto col nome

da tragedia greca

nei pomeriggi uggiosi

lo vedevamo inoltrarsi

nei sentieri; il naso adunco,

il falcetto rugginoso, gli occhi vivaci.

Tra gli echi lontani

del torrente di Tagliole

ed i rintocchi iridescenti

delle spiovute, a quali

sussurri di folletti andava dietro?

Brevi e infallibili quelle sue gite.

Tornava dopo un tre quarti d’ora

col canestro colmo di porcini.

Inutili le nostre cantilene:

ci tenne sempre fuori

dal geloso cerchio magico

ed i trifogli e le farfalle

non bastavano a convincerci

a seguirlo nell’ombra

enorme del bosco.


Da Il posto del fragole (edito in proprio, 2018)

























 
©2006 ArteInsieme, « 09788857 »