Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Le foglie dell'ortica, di Tiziana Monari 02/10/2019
 
Le foglie dell’ortica

di Tiziana Monari



Ora che torno a giorni lontani

al profumo di pietra e calce

lo ricordo il mio paese inventato

il vento che spettinava i colori delle piante

le stelle lontane che brillavano in silenzio


c’erano baci di sole all’ombra dei portoni

i gechi, le formiche, la menta, i capperi ed il comino

le pecore che brucavano nei prati

nell’aria una nostalgia di tempi andati

il profumo di lavanda e riccioli di fieno.


Adesso è rimasto solo il castello a guardia della valle

un ciliegio ed un fuoco sulla vite che si arrampica sul dosso

il cielo è addormentato

ed una lacrima di brina

si è tramutata in neve, cristallo, ormai tempesta


attorno il brivido del tempo

e ombre raggrumate in cima al monte

ora che la borgata è vuota

senza il passo ed il canto dei bambini

senza filastrocche lontane e tabelline


l’azzurro fa capolino tra le foglie dell’ortica

e sull’acqua i volti scompaiano in sordina

prendendo il largo nelle mie pupille addormentate nella sera.

 
©2006 ArteInsieme, « 09650274 »