Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Il faro di Cavallino, di Donatella Nardin 01/12/2019
 
Il faro di Cavallino

di Donatella Nardin



Acceca le rive un fascio giallo di luce,

nell’aspro incedere, dietro le arginate

corolle, annoda l’alta marea

ai tralicci diamantini del nero.


È pieno di vita il buio attorno al faro,

di fugace e possente nei margini incolti

alla deriva, grandeggia il turgido

stelo gettato ad ocra sull’onda.


Quale che sia, si piegano le vele

verso le cose esiliate nell’ombra,

ove protegge, slega le lingue

dall’oscurità fin quando il cielo


concatenando il faro

alle voci di uccelli annuncianti l’aurora,

di un azzurro violentissimo

non ci previlegia.


Da Terre d’acqua (Fara, 2017)

 
©2006 ArteInsieme, « 09776898 »