Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Natale 2019, di Teresa Armenti 06/01/2020
 
Natale 2019

di Teresa Armenti



Caro Gesù, mio Re Divino,

sono davanti alla Tua Culla.

A lungo ti contemplo.

Depongo ai tuoi piedi

la mia lenta e sterile quotidianità.

Sai, c’è tanta sofferenza e insofferenza

in me, intorno a me e nel mondo intero.

Ogni giorno siamo bombardati da tragiche notizie allarmanti.

Non sappiamo più parlare, ma solo con rabbia urlare.

La Terra sta diventando matrigna

con scosse continue, esondazioni

e bombe d’acqua devastanti.

Anche la Tua Chiesa è traballante.

E noi che ci diciamo “cristiani”

non sappiamo proteggere la nostra identità.

Viviamo asserragliati in una paurosa solitudine.

Caro Gesù,

con insistenza ti chiedo:

Cosa vuoi da me?

Attendo in silenzio un tuo segnale.

Mi abbandono alla Tua Volontà. Pensaci Tu.

Nel frattempo,

rivestimi di nuova umanità

e svegliami dal torpore,

per alleggerire il peso della mia esistenza.

 
©2006 ArteInsieme, « 010337016 »