Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Storie vagabonde, di Danila Oppio 22/03/2020
 
Storie vagabonde

di Danila Oppio



Sospirano in versi i poeti

Tracciando leggeri libelli

Ombre furtive, epigrammi

Reggendo fragili ossimori,

Ieratiche assonanze.

Elegie composte in distici.

Vagano nell’etere tautogrammi

Attraverso enjambement

Giocosi e splendenti

Auspicando metonimie silenti

Bucolici carmi in endecasillabi.

Ondeggiano nell’aere rime

Nascoste da nubi metaforiche

Delicate odi, che son del poeta

Eterne evasioni in strofe.


 
©2006 ArteInsieme, « 010032470 »