Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Se l’amore č la fatica delle mani, di Donatella Nardin 18/02/2021
 
Se l’amore è la fatica delle mani (*)

di Donatella Nardin



Se l’amore è la fatica delle mani,

tanti piccoli cuori dissipati saremo,

appoggiati ai falò delle speranze,

in attesa di cielo.

Siamo qui con i fianchi piegati a lottare

la danza del tempo davanti ai cancelli

di uffici e fabbriche chiuse, nell’ignoto

di giorni che ci fanno essere noi

senza più essere se non un insieme

sommesso di senza lavoro, accerchiati

da un nulla sfuggente di capannoni

industriali ormai vuoti, di braci digitali,

di torni arrugginiti offerti al disperato

mutare del vento.

Siamo noi, sospesi, già andati, esposti

al torpore che aggiunge precarietà

persino ai viola primaverili, siamo qui,

acquattati nella sacralità delle sere,

a sognare scrosci di papaveri in fiore

e un nuovo lavoro per la lustra dignità

delle mani.


Da Rosa del battito (Fara, 2020)


(*) Questa poesia è inserita ne L’amore ai tempi della collera (LietoColle 2014).





 
©2006 ArteInsieme, « 010736524 »