Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Amami Dio, di Claudia Piccinno 12/09/2021
 
Amami Dio

di Claudia Piccinno



Amami nella mia imperfezione

e nei miei errori.

Amami nella misteriosa inquietudine

che si avviluppa alle mie radici.

Amami Dio

in ciò che ho di buono

e ancor più in ciò che ho di sbagliato

e liberami da un futuro remoto ingiusto

e immeritato.

Amami nella rabbia che non trasformo

in compassione,

nei gesti che ho frenato

per non oltrepassare la soglia verso la follia.

Amami e restituiscimi il candore di chi crede al

futuro,

amami perché io non perda lo stupore del

presente.

Amami perché io faccia pace col passato.

Amami Dio

perché nella beatitudine del tuo infinito io

riposerò.


Da La nota irriverente (Il Cuscino di Stelle, 2019)

 
©2006 ArteInsieme, « 011170941 »