Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  A scanso di equivoci: solo una pia favola, di Cristina Bove 12/09/2021
 
A scanso di equivoci: è solo una pia favola

di Cristina Bove



Ma vorrei
e quanto lo vorrei
sapermi nata
da una stella lontana, sapientissima
una brillanza che mi partorì
e che mi trasferì su questo mondo
perché imparassi a camminare i piedi
avessi braccia per amare e
la mente per conoscere e imparare



forse per ritornare
dovrò salire su una scala mobile
sul raggio che preleva il nucleo assorto
di questa me di cui conosco poco
e la riporta sulla stella madre
che le riveli il molto



il tutto no
perché le stelle sanno anche la fine
e che l’eternità
è una catena d’infinite morti
una catena d’infinite vite


 
©2006 ArteInsieme, « 011170963 »