Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Ophelia, di Maria Allo 30/12/2009
 

Ophelia

di Maria Allo

 

“Come una sirena,
cantava spunti d'antiche canzoni,
come incosciente della sua sciagura
o come una creatura d'altro regno
e familiare con quell'elemento.”W. Shakespeare - Amleto atto IV, scena VII

 

Un giorno o l'altro

 

sarò acqua


e tornerò nei fondali


degli oceani


per  mescolarmi


all' usuali onde


attratta dalle creature

degli abissi


Sarò confine ed infinito…-

 

Sfiderò i guardiani


segreta tra le alghe


profonde


e  sommersa


da echi di silenzio


così  perfetti


da non  vibrare mai


sarò ricordo ed oblio…

 

Altrimenti


Arderò tra le fiamme


dell'Etna


che non concede requie


alle  radici


e  come fiato di lava


colerò in fiumi


rosso o nero


il colore


e argilloso


il sapore


-Non importa-

 

Ma ghermirò da sola


queste carni


in un delirio sismico


e sorgivo


le mie parole


grandi vele


al vento….

sarò musica e poesia

 

 
©2006 ArteInsieme, « 011357236 »