Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Piccole cose, di Lina Schwarz 06/01/2019
 
Lina Schwarz (Verona, 20 marzo 1876 – Arcisate, 24 novembre 1947). Poetessa e traduttrice nutrì un amore viscerale per i bimbi, destinatari soprattutto dei suoi versi. Fu un personaggio amato, anche se per questioni razziali (era ebrea) durante la guerra dovette riparare in Svizzera. La sua ars poetica si esprime in termini facilmente comprensibili e riflette un animo sensibile delle cui emozioni e sensazioni intende rendere partecipi gli altri. Ecco, con la poesia che segue, un chiaro esempio della sua arte.






Piccole cose

di Lina Schwarz



Spunta qua e là tra i sassi della strada
qualche ciuffetto d’erba e qualche stelo,
vi brilla su una goccia di rugiada,
e in quella goccia si riflette il cielo.
Quante vi son piccole cose
che non vediam e sono meravigliose


 
©2006 ArteInsieme, « 09221724 »