Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  Fascismo-Fascismi. Il caso dell'Ungheria di Horty, di Luca Mancini - Prospettiva Editrice 04/01/2019
 
Fascismo-Fascismi

Il caso dell’Ungheria di Horty

di Luca Mancini

Prospettiva Editrice

www.prospettivaeditrice.it

Storia

Pagg. 167

ISBN 9788894995138

Prezzo Euro 14,00




Il fascismo italiano con il tentativo di costruzione di uno Stato corporativo ha cercato di mettere in pratica un terzo sistema economico-sociale, alternativo sia al liberalismo sia al comunismo. 
Nelle analisi di De Felice, Gentile e altri importanti storici italiani del fascismo, il corporativismo è considerato un elemento essenziale per riconoscere un movimento/regime fascista. Il libro, tramite l'analisi di documentazione inedita, cerca di comprendere quanto fosse forte l'influenza dell'anima corporativista del fascismo italiano in Ungheria, dove il regime di Mussolini godeva di un'ottima fama. Ciò al fine di capire meglio il carattere “fascista” o meno del regime horthysta, tema abbastanza discusso dalla storiografia, ma mai definitivamente risolto.






Luca Mancini si è diplomato al liceo classico “Ugo Foscolo” di Albano Laziale e successivamente si è laureato in scienze storiche all'Università La Sapienza” di Roma. Negli anni accademici si è specializzato in storia contemporanea, prestando particolare attenzione al periodo tra le due guerre mondiali e dedicandosi principalmente allo studio del fascismo e del corporativismo.
Attualmente svolge l'attività di docente di storia e filosofia presso alcune scuole private della provincia di Roma.

 
©2006 ArteInsieme, « 09103206 »