Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  I pranzi dell'ambasciatore, di Paolo Foresti - Greco & Greco Editori 02/05/2019
 
I pranzi dell’ambasciatore

di Paolo Foresti

Greco & Greco Editori

www.grecoegrecoeditori.it

Pagg. 194

ISBN 978-88-7980-788-3

Prezzo Euro 12,00





Dall’introduzione di Franco di Mare… A Tirana socialisti e conservatori si combattevano a colpi di disinformatia e dossier (le fake news sono nate a Tirana, in quel periodo).Il compito di osservare quel che accadeva, informare il nostro governo, tenere le fila delle relazioni, mediare fra i governi, districarsi tra le false informazioni, evitare i trabocchetti e i tranelli, vegliare sulla sicurezza della missione interforze italiana e su quelle degli italiani residenti in quelle lande geograficamente vicine, eppure tanto lontane, era affidato a Paolo Foresti. Un compito immane per un solo uomo. Eppure Paolo era in grado di fronteggiare tutto questo e la folta comunità giornalistica italiana che ogni tanto si affacciava alla sua residenza e ne approfittava per attingere alle sue preziose analisi e a qualche generoso contribuito della ineguagliabile cucina dell’Ambasciatore.Se è vero che le difficoltà possono interrompere le relazioni o saldarle per sempre, è lì che è nata la mia amicizia con Paolo Foresti. Vederlo all’opera in uno spaventoso contesto come quello, mi ha dato modo di apprezzarne l’equilibrio, la pacatezza e la competenza. Provate voi a mantenervi tranquilli mentre Tirana viene abbandonata dalla polizia e dall’esercito, con il grido “Valona Valona” che si leva dalla periferia di Tirana in una notte terribile e deserta. Un grido che annunciava una possibile, prossima invasione della capitale da parte dei ribelli: i prodromi di un bagno di sangue…



Paolo Foresti è laureato in Scienze economiche all’università di Roma e specializzato in Studi sull’integrazione europea, sullo sviluppo economico e sulla politica e l’economia internazionale.
Diplomatico di carriera ha ricoperto numerosi incarichi a Roma e all’estero soprattutto nel settore della diplomazia multilaterale: responsabile economico all’ambasciata a Belgrado; capo del settore delle relazioni con i paesi del Mediterraneo e del Medioriente alla nostra rappresentanza presso le Comunità Europee; alla Farnesina come Capo delle segreterie di vari sottosegretari agli esteri, Consigliere diplomatico di tre Ministri della difesa nel periodo tra la caduta del muro di Berlino e la prima guerra del Golfo, Consigliere diplomatico del Ministro per le politiche comunitarie; Ambasciatore a Tirana e Ambasciatore capo della rappresentanza presso l’Unione Europea Occidentale.
Nell’anno accademico 1983-1984 è stato Chairman dei Fellows del Center of International Affairs dell’Università di Harvard (Cambridge, Massachusset-USA).
Autore di numerose pubblicazioni su giornali e riviste specializzate italiane ed estere ha pubblicato il volume "Il dialogo con gli Stati Uniti ed il malessere europeo" (Ed. Il Mulino, 1986).
Dopo avere lasciato il servizio diplomatico ha contribuito alla creazione di due realtà universitarie private in Albania partecipando al loro sviluppo sia da Rettore che da membro del Consiglio di amministrazione. Insignito di molteplici decorazioni.

 
©2006 ArteInsieme, « 09326287 »