Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  La guerra di Lia, di Silva Ganzitti - Edizioni Solfanelli 09/05/2019
 
La guerra di Lia

di Silva Ganzitti

Edizioni Solfanelli

www.edizionisolfanelli.it

Narrativa romanzo

Pagg. 208

ISBN 978-88-3305-146-8

Prezzo Euro 16,00


Buja, 1940-1945.
     È il racconto di Lia, figlia sedicenne di Bartolo e Tina. La collina del Belvedere è il punto privilegiato delle sue riflessioni, nell’intrico di cespugli e nel fitto degli alberi — testimoni privilegiati dei passaggi notturni — e nelle sue visioni del Nord, dove le montagne sono le fortezze della Resistenza.
     Dell’arrivo della guerra non ci si accorge subito. È un lento srotolarsi di cambiamenti in peggio, con la miseria che sale e abbruttisce musi e animi. La campagna inaridita fatica a restituire frutti in cambio di sudore e il paese sembra sprofondare in un silenzio vischioso, cupo, dove poche voci impartiscono ordini in una lingua straniera.
     Bartolo non sa cosa pensare, di chi fidarsi. Difendere la famiglia e la terra è il suo primo pensiero, eppure comprende che sotto quel vuoto di parole c’è qualcosa che brulica. Dapprima incerte, le sue domande lo aiutano a raccapezzarsi su quello che gli sta accadendo intorno: è uno scenario inquietante, nel quale Buja è solo uno dei tanti luoghi attraversati da cavalli cosacchi e dai loro carriaggi.



     
L’odore acre della vinaccia si era appiccicato alle pareti della piccola cantina. Gli piaceva, come gli piaceva molto l’idea che anche quell’inverno ci sarebbe stata brovada. Cominciò a sciacquare i tini per metterci le rape, quando uno scalpiccio di passi risuonò sull’impiantito della bottega. Si asciugò le mani nella stoffa rozza dei calzoni e salì di sopra.
     Cosacchi.



Silva Ganzitti, classe 1962, una vita semplice ma sempre di corsa. Si destreggia fra le correzioni di testi altrui e l’insegnamento dell’Inglese, la famiglia, il volontariato e i suoi cani. Ama cucinare per gli amici e viaggiare.
     Da oltre dieci anni collabora in qualità di editor con le case editrici di Marco Solfanelli e con altre piccole case editrici nazionali.
     Del 2007 è Racconti dal Sottobosco, una raccolta di tre favole ambientate lungo il percorso dell’Ippovia del Cormôr, in Friuli, che inaugura la collana Fiabetica della casa editrice Tabula fati. Nel 2009 segue Amicizia sulle dune, un racconto sulla diversità.
     Nel 2014 si occupa della versione Inglese di Contro lo scoglio / Against the rock (Edizioni L’orto della cultura), una ballata bilingue sul tragico incidente della nave da crociera Costa Concordia al largo dell’isola del Giglio, di cui esiste anche il volume in Friulano/Inglese Scûr sotsore / D-Heart-k upside down.
     Del 2015 è la pubblicazione gratuita a cura del Comune di Gemona del Friuli (UD) di Lusignis, traduzione Friulana a cura di Laura Nicoloso del suo racconto Lucciole, che è stata in seguito inserita nella collana Mariflabis dell’Arlef (Agenzia Regionale della Lingua Friulana).
     Nel 2017 pubblica Nodi. Il tempo sospeso, il suo primo romanzo per Solfanelli.






 
©2006 ArteInsieme, « 09326204 »