Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  Marsala Il vino di Garibaldi che piaceva agli inglesi, di Angelo Costacurta e Sergio Tazzer - Kellermann Editore 24/11/2019
 
Marsala

Il vino di Garibaldi che piaceva agli inglesi

di Angelo Costacurta e Sergio Tazzer

Kellermann Editore

Pagg. 112

ISBN 9788867670819

Prezzo Euro 15,00





La storia del Marsala iniziò quando il commerciante inglese John Woodhouse spedì in Inghilterra un carico di botti di vino della zona di Marsala.

Nel 1805 l'ammiraglio Horatio Nelson vinse la battaglia di Trafalgar contro le flotte riunite di Spagna e Francia; il Marsala, che già compariva sulle mense di tutte le navi della marina britannica, divenne il Marsala Victory Wine, vino augurale, vino della vittoria.
Più tardi la storia ci tramanda che Garibaldi in visita alla cantina dei Florio nel 1862 abbia assaggiato una versione amabile del Marsala, immediatamente battezzata "Garibaldi superiore".
Tutto ciò sancì la fortuna di questo vino...



Angelo Costacurta, di Cappella Maggiore (di cui è stato anche sindaco), è uno dei più noti studiosi di viticoltura a livello internazionale.
È stato sperimentatore del ministero dell'Agricoltura, ha diretto la Sezione di Ampelografia e Miglioramento genetico dell'Istituto sperimentale per la Viticoltura di Conegliano.

Sempre a Conegliano ha diretto Il Centro per la ricerca per la viticoltura del C.R.A. (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura).
È stato responsabile scientifico di diversi progetti regionali, nazionali e internazionali concernenti il recupero, la caratterizzazione e la selezione di risorse genetiche viticole, nonché di una linea di ricerca del progetto VIGNA (Vitis Genome Analysis). Ha insegnato Viticoltura nelle Università di Padova e di Udine. È stato vice-presidente del gruppo di esperti Sélection de la Vigne nell'O.I.V., l'Organizzazione internazionale della vite e del vino.

L'autore ha scritto:



Sergio Tazzer, vive a Treviso, dov'è nato nel 1946. Giornalista, è stato direttore della sede RAI per il Veneto, capo della redazione trentina, e della redazione centrale della TGR a Roma. Dal 1995 ha realizzato e condotto il settimanale radiofonico mitteleuropeo Est Ovest in onda su Radio 1 RAI.

Saggista, ha pubblicato nella stessa collana: "Piave e dintorni 1917-1918", 2011; "Ragazzi del novantanove", 2012; "Canòpi e Nobilomeni, storia di uomini e miniere nella montagna dei Dogi", 2012; "Banditi o eroi? Milan Rastislav Stefanik e la Legione ceco-slovacca", 2013; "Grande Guerra Grande Fame", 2014; "Piccolo abecedario della Grande Guerra", 2015. E' presidente del CEDOS per il quale ha curato i quaderni: "Obiettivo Grande Guerra", 2014; "Soldati: l'Europa in divisa", 2014; "Sulle Alpi, in guerra", 2015, "Il primo inverno di guerra", 2015, "Strafexpedition", 2016 e "Una guerra dimenticata", 2016.

Ha pubblicato con LEG: "Tito e i rimasti, la Difesa dell'identita' italiana in Istria, Fiume e Dalmazia" e "Praga tragica. Milada Horakova, 27 giugno 1950".

L'autore ha scritto:


 
©2006 ArteInsieme, « 09776780 »