Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  Arcana temporis Storie stregate dell’Agro Aversano, di Bruno Pezone - Edizioni Tabula Fati 21/11/2020
 
Arcana temporis

Storie stregate dell’Agro Aversano

di Bruno Pezone

Presentazione di Gianfranco de Turris

Illustrazioni di Margherita Criscuolo

Edizioni Tabula Fati

Narrativa

Pagg. 128

ISBN 978-88-7475-860-9

Prezzo Euro 11,00


Ho scelto di non voltarmi, ma di concentrarmi sul ricordo di mia nonna che stringe la Corona del Rosario tra l’indice e il pollice, e sul mormorio della preghiera.
     Sono passati ben più di quarant’anni, tuttavia alle mie spalle quel Nano furfante col saio nero continua ad inseguire il mio sguardo; e in questa camera buia ne sento lo scalpiccio irrequieto. Malgrado tutto, tuttavia, io da qui non uscirò, perché so che là fuori, in agguato, c’è di peggio…
     Aspetto che, sorta l’Alba, il Falco Reale si levi a volteggiare contro il Sole. Altro che miti e leggende!
     … Non a caso, del resto, Tolkien ebbe a scrivere «… che i miti e le leggende sono in gran parte fatti di “verità”, e in realtà mostrano aspetti della verità che possono essere recepiti solamente sotto questa forma; e certe verità furono scoperte molto tempo fa e ritornano sempre.»


  Bruno Pezone è nato a Napoli nel 1952, è avvocato, iscritto al Foro di Napoli, sebbene da quasi un lustro risieda in provincia di Salerno.
     Ha esordito con il racconto ‘
O Munaciello (in Partenope Pandemonium, Larcher Editore, 2005) a cui è seguita la prima edizione di Arcana Temporis (Larcher Editore, 2007) e il romanzo La catena di Partenope (Boopen-Led, 2010).
     Ha pubblicato i racconti: 
19 Aprile… l’ultima arringa (in Questi fantasmi…, Boopen-Led), Perché il barbiere chiudeva alle diciannove… (in Napoli Geografie del Mistero, Giulio Perrone, 2010), Le spie di Sua Maestà (in Altri Risorgimenti, Bietti 2011), La Notte più lunga dell’anno (in Apocalissi 2012, Bietti 2012), con la biografia di San Guinaccio da Capuana (in Enciclopedia degli Scrittori Inesistenti, Homo Scrivens Napoli, 2012), 21 dicembre 2012 (in 2012 la fine del mondo, Edizione I Duri della Palude), Devil’s dung (in Capacità nascoste. La prima antologia diversamente thriller, No Reply, 2012), Casadiavulo (in Sbirri di regime. Crimini nel Ventennio (Bietti, 2015).
     Nel 2015 il suo racconto 
Lo sterco del Diavolo ha vinto il primo premio al 4° Concorso Letterario organizzato dal periodico salernitano “Il Pensiero Libero”.
     Con Giuseppe Cozzolino ha fondato l’Associazione Mondo Cult, che raccoglie un consistente numero di scrittori, tra i quali Michele Serio, Miranda Miranda, Dino Simonelli, Patrizia Rinaldi, Simonetta Santamaria, Maurizio De Giovanni, Maurizio Ponticello, Andrea Carlo Cappi.


 
©2006 ArteInsieme, « 010528590 »