Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  Le farfalle di Paciolo, di Sandro Gros-Pietro - Editrice Genesi 01/04/2021
 
Le farfalle di Paciolo

di Sandro Gros-Pietro

Editrice Genesi

Narrativa

Pagg. 260

ISBN 9788874147885

Prezzo Euro 12,00



Leonardo fino dall’età adolescenziale del liceo sviluppa una prodigiosa immaginazione storica capace di farlo vivere con la mente in altre epoche e sotto altre spoglie, anche se ama nascondere tale facondia creativa e afferma che l’intero universo è nato con lui e con lui scomparirà per sempre. Tuttavia, quanto dura la sua vita? Forse, più di quella di Matusalemme. Forse, si protrae per tutta l’eternità. C’è un umanista, contemporaneo di Leonardo da Vinci, che lo affascina particolarmente. Si tratta di Luca Pacioli, inventore della contabilità in partita doppia, grande estimatore del commercio e dei negozi in generale. La fantasia di Leonardo prende una svolta decisiva quando si rende conto che l’imprenditore italiano che ha fondato la casa di vendita per corrispondenza chiamata Eden, ben più grande dell’americana Amazon di Jeff Bezos, si chiama incredibilmente Luca Paciolo, come l’umanista vissuto circa sei secoli prima. Pericoloso della mente e della vita, dello spirito e della carne, Leonardo allora crea un corto circuito. Un’accelerazione degli eventi che sconvolgerà la vita di tutti e farà cadere le maschere dietro cui ci si nasconde.
Il libro è caratterizzato da una scrittura tanto intensa, quanto scabra e corsiva: l’immaginazione sta nella visione del lettore, che traguarda i secoli del mondo contemporaneo con la facilità con cui si volta ogni pagina.



Sandro Gros-Pietro è nato e vive a Torino.

Ha svolto attività nel campo della consulenza, dell’insegnamento e dello scambio di beni e servizi. Nel 1980 ha rilevato dall’editore Giappichelli di Torino la collana di poesie “I Gherigli” e ha fondato la Genesi editrice che dirige con la moglie Eleonora. 

L’attività di editore rappresenta la priorità dei suoi interessi, ma egli è anche autore di poesie, prose, saggi e articoli di riviste. 

In poesia ha pubblicato Il soggolo, Torino, 1975; Io sono cento, Torino, 1977; Pause, Torino, 1978; La battaglia di Marostica, Forlì, 1979; Dado caudato, Torino, 1981; Qual buon vento, Torino, 1986; Centamore, Torino, 1988; Postura alla corte di Vulcano, Torino, 1996; Le geoepiche e altri canti, Torino, 2010. 

Di narrativa ha pubblicato Da qualche parte è primavera, Torino, 1986, da cui ha tratto, con Paolo Quaregna, la sceneggiatura Capogiro, Torino, 1988; Cuore spaccato, Torino, 2014; Fratello cattivo, Neos, Torino, 2018.

Ha curato una serie di antologie critiche, tra le quali si ricordano Il rinoceronte tra le nuvole, Torino, 1982; in collaborazione con Giorgio Bárberi Squarotti, Agenda del Poeta n.° 1, Torino, 1985; Agenda del Poeta n.° 2, id., 1987, e Almanacco del Poeta, 1990. 

Ha pubblicato diverse antologie critiche e nel 2010 è uscita quella commemorativa Trent’anni della Genesi, Torino, 2010 e nel 2011 Il buon sorriso

Di saggistica ha pubblicato la traduzione dal greco dell’Elogio della calvizie di Sinesio, Torino, 2003; Liliana Ugolini: poesia, teatro e raffigurazione del mondo, Torino, 2005; La contemplazione della fiamma: Giuseppina Luongo Bartolini tra impegno e dolorosa luce, Torino, 2008. 

È responsabile della Rivista di formazione e di cultura Vernice e Presidente dell’Associazione culturale onlus Elogio della Poesia di Torino, e ha fondato il premio di Poesia I Murazzi di Torino, giunto all'ottava edizione.


 
©2006 ArteInsieme, « 010831748 »